Nulla ci è dovuto!!!

È un po' di tempo che non scrivo nulla, ho quasi perso la buona abitudine di farlo con continuità.

 

Devo ammettere a mia discolpa che il tempo nelle ultime settimane mi è praticamente volato via per la preparazione di importanti coaching che mi vedono impegnato in questo periodo.

 

In più, chi mi conosce bene sa che per me scrivere non è affatto facile, anzi ogni volta è una sfida con me stesso.

Ora però credo sia tempo di far uscire delle emozioni che probabilmente ho trattenuto senza nemmeno rendermene conto, e se devo essere totalmente sincero non so nemmeno quali siano queste emozioni, sento solo che ci sono, e che ora necessitano di uscire in questo modo, e pertanto non so cosa finirò per scrivere, e dove andrò a finire con le mie parole.

 

Sarà quindi una sorpresa anche per me questo mio post “molto emozionale”, e “poco razionale” come invece solitamente è mia abitudine fare. 

 

Tempo fa avevo scritto un articolo nel quale ho parlato del perdono e della sua enorme importanza per tornare a star bene ed ad essere felici

 

Sono sempre più convinto che il perdono, sopratutto di se stessi, sia uno degli aspetti fondamentali per la crescita personale di una persona, ma dopo ulteriori approfondimenti tra cui letture e corsi, credo ci sia un qualcosa da aggiungere. 

 

Secondo te può bastare, passami il termine, "soltanto" il perdono di se stessi per essere o per tornare ad essere veramente felici? 

Mi è capitato di leggere proprio nelle ultime settimane, su di un manuale di preparazione ad un corso, “che in questa vita e a questo mondo nulla ci è dovuto” (quando ho letto questa frase, il mio ego, piuttosto infastidito per non dire altro, ha urlato: "MA COME?").

 

Forse ciò che ho appena scritto ti avrà fatto storcere il naso, è lo so, il concetto è parecchio tosto da digerire, almeno per me è lo è stato.

 

E poi proseguiva dicendo che comunque: “come nulla ci è dovuto, nulla dobbiamo a nessuno se non solo a noi stessi”, bel salto nel vuoto per quelle persone che sono abituate a dare molto agli altri. 

Tutto questo per arrivare poi, secondo me e sono certo che sarai d'accordo anche tu, ad una grande verità, che oltre al perdono sia necessaria e fondamentale la gratitudine.

 

Però a quel punto mi sono chiesto: "Ma se nulla ti è dovuto, verso cosa, o chi, devi provare gratitudine?"

 

Beh la risposta è arrivata forte e chiara, oltre che nelle righe successive di quel manuale, durante il seminario "21 riflessioni sulla gratitudine" tenuto dallo stesso autore di quel manuale, Patrizio Paoletti. 

 

La cosa fondamentale di cui essere grati, è esserlo per questo momento che stai vivendo ora, perché non sai se ne avrai un altro a disposizione, e se ci pensi bene (non per fare l'uccellaccio del malaugurio, anzi tocco ferro perché ci tengo a te come lettore del mio blog) è realmente così.

 

Puoi dirti certo che ne avrai molti altri di "momenti"? 

 

Quindi partendo da questo presupposto, di essere grati per questo momento, non puoi far altro che essere grato per tutto ciò che la vita ti regala

 

Mettendo quindi da parte l'ego e liberandoti dal pensiero che qualcuno ti debba qualcosa, cominci veramente ad essere grato di ogni tuo respiro, e la vita torna a scorrere leggera e a sorriderti. 

 

Facile da fare? 

 

Certo che no, ma secondo me è una sfida che vale sicuramente la pena affrontare, non credi? 


Grazie per la tua lettura...

 

A presto

 

Claudio

 

 

 

Sentiti libero di commentare questo articolo, e di condividelo con i tuoi amici nei vari social network usando i bottoni che trovi di seguito.


Scrivi commento

Commenti: 8
  • #1

    Monica (lunedì, 29 aprile 2013 11:11)

    Grazie Claudio, mi ritrovo esattamente in questa situazione e perdonarsi per le scelte che si fanno è un percorso difficile ma è l'unico da fare. In questa giornata le tue parole mi sono preziose.

  • #2

    Claudio Gilberti (lunedì, 29 aprile 2013 11:20)

    Ciao Monica, grazie a te per commento!
    Felice che queste mie parole di oggi siano state per te preziose.
    Un abbraccio

  • #3

    lisa :) (lunedì, 29 aprile 2013 13:00)

    Gratitudine e compassione,
    queste le guide che mi hanno portata alla pace e all'equilibrio....
    il perdono, un meraviglioso effetto d'Amore di esse..

    grazie Claudio

    lisa :)

  • #4

    Claudio Gilberti (lunedì, 29 aprile 2013 13:32)

    Ciao Lisa,
    grazie a te per questa tua testimonianza sul valore del perdono e della gratitudine.

    Claudio :)

  • #5

    Mary (martedì, 30 aprile 2013 11:37)

    ...non ne facile.......ma ci lavoro...grazie Claudio per queste parole!!!

  • #6

    Claudio Gilberti (martedì, 30 aprile 2013 19:48)

    Ciao Mary, grazie a te del commento!
    Già non è facile da fare, ma lavorandoci, come sai bene, tutto è fattibile!!!
    Un abbraccio

  • #7

    donatella (venerdì, 31 maggio 2013 09:04)

    IL lavoro è lungo... la volontà è tanta...ma pure le batoste!! complimenti anche per il video.. da molta forza alle tue parole! con luce..:)

  • #8

    Claudio Gilberti (sabato, 01 giugno 2013 18:52)

    Ciao Donatella,
    grazie per il tuo commento.
    Le batoste rafforzano la volontà per il lungo lavoro verso la tua felicità. Buona crescita :)