Rilassati, Osserva, Sii Felice!!!

Lo scorso mese ho deciso di cominciare a condividere questo spazio con alcuni "ospiti". Quindi dopo il successo ottenuto dall'articolo di Manuela, eccoti un nuovo e grandioso ospite.

 

Lui lo conosco da quasi quattro anni, persona speciale, amante della formazione e della crescita personale, ogni volta che mi confronto con lui mi sento nutrito, e sono certo così ti sentirai anche tu dopo aver letto ciò che ha scritto per me. 

 

Sono veramente orgoglioso di averlo come amico, e di presentarti Fabio.


“Gennaio 2009 Pesaro…

 

Sono molto emozionato, dopo anni di lettura di libri, di mezze giornate di formazione la domenica (perche il sabato devo fare shopping!), di dirmi che “non posso prendermi 4 giorni di formazione, sono un’ imprenditore non ho tempo” finalmente ho deciso…quattro giorni di formazione con uno dei più “blasonati” formatori in Italia.

 

Nel viaggio tante riflessioni e poi lì arrivo con un anticipo mostruoso (4 ore prima!), vado sugli scogli a riflettere, e poi decido di registrarmi e andare in camera.

 

Apro la porta con la seconda chiave e chi mi trovo…

 

Claudio in mutande che mi saluta! Con un inizio cosi il nostro rapporto non poteva che migliorare!

 

Poi con Claudio è stato un crescendo, lo stesso percorso insieme, poi un Master in Coaching e poi le nostre strade che si dividono e riuniscono…

 

Chissà, cosa ci aspetta nel futuro?

 

Ora ti parlo un po’ di me.

 

Ho 34 anni e da circa 14 mi faccio delle domande su come migliorare me stesso.

 

Sono partito dalle tecniche di vendita poi ho capito che non era solo questione di tecnica e ho cominciato con i corsi.

 

Prima PNL, comunicazione, motivazione, carboni ardenti, Equilibrio Emozionale… insomma tutto quello che c’era in Italia l’ho provato.

 

E poi ho deciso di impegnarmi seriamente in un percorso che lavora su tutte le parti di me.

 

Quello di cui ti parlo ora è sicuramente la comprensione più importante che ho avuto in questi anni.

 

Premesso che la reale comprensione che ho avuto è stata circa tre anni fa, quando ho capito di non avere capito niente! :-)

 

O meglio che avevo la testa piena di concetti, di regole, di convenzioni, di slogan, di definizioni, ma questo non mi avvicinava al mio vero obiettivo, capire veramente chi sono, essere più consapevole!

 

A questo punto andiamo alla triade.

 

RILASSATI!

 

Tutto parte da rilassati!

 

Senza “rilassati” non fai nulla, nisba 0!

 

Hai mai incontrato persone di successo ma tese? Che vita pensi che facciano?

 

Rilassati è sensibilità, senza questa nulla è possibile, non sentirai te…Non sentirai altri.

 

Il rilassamento è l’unico modo per iniziare a sviluppare la sensibilità, che è poi la chiave per una vita più “intensa”. E poi quando sei teso sprechi un sacco di energia.

 

Come hai le spalle in questo momento? E i glutei? E le gambe? Hai per caso tensioni inutili nel corpo? Sappi che queste drenano la tua energia!

 

Come fare a rilassarti? Ti piace il tutto e subito?

 

Il rilassamento non fa per te!

 

Se invece hai pazienza scoprirai che il rilassarti non è facile ma può essere più semplice di quello che pensi! Soprattutto se, come me sei molto teso, nei primi mesi di esercizi otterrai dei risultati stratosferici con poco.

 

Ad esempio potresti cominciare con 5 minuti al giorno stando fermo seduto al buio cercando di non pensare a niente, oppure con discipline come il kung fu, lo yoga etc. Ovviamente l’ideale è la meditazione!

 

Tutto quello di cui ti ho parlato è però inutile se non hai una guida!


OSSERVA!

 

Solo dopo esserti rilassato puoi iniziare a provare a osservarti.

 

Spesso incontro persone che mi dicono: nella vita voglio realizzare obiettivi.

 

Con due semplici domande:  

 

Cosa vuoi? Sai come ottenerlo?

 

Queste persone partono! Vogliono cambiare la loro vita! Essere felici!

 

E allora leggono un libro, poi cambiano lavoro, poi fanno un corso, poi cambiano marito, moglie fidanzata/o poi magari per 7 giorni vanno su un isola deserta per ritrovare se stessi.

 

Insomma tante cose ma si sono dimenticate quella più importante.

 

Se non sai dove sei, come fai a stabilire come arrivare dove vuoi?

 

Ammesso che una volta capito dove sei questo non cambi anche il tuo obiettivo.

 

A questo punto sul dove sei, le teorie si sprecano.

 

Viaggi astrali fai da te, spiriti guida pronti all’uso, seminari che in 3 giorni ti rivelano tutto di te!

 

Cito Battiato (Magic shop): “Una signora vende corpi astrali, i Buddha stanno sopra i comodini. Deduco da una frase del Vangelo che è meglio un imbianchino di Le Corbusier.”  

 

Cosa é l'osservazione?

 

É semplicemente prendere riferimenti su quello che ti accade, e dopo un tempo, una volta compreso come funzioni, decidere di cambiare qualche cosa.

 

Alcuni mi dicono ma così è lungo!

 

Ma perché esistono cose importanti che impari subito?

 

Ti faccio un esempio!

 

Mi arrabbio con il mio capo:

 

Per alcuni è interessante capire da dove proviene, per altri invece è trovare subito il modo di non farla accadere più; per chi si osserva invece l’arrabbiatura mi permette di rispondere alla domanda, cosa accade in me quando mi arrabbio?

 

Cosa sul piano fisico (tensioni, movimenti interni, etc) che emozioni provo, che pensieri mi animano.

 

Per osservarla devo essere rilassato, ma soprattutto dopo un po’ mi accorgo che per osservare un fenomeno non posso essere troppo “appiccicato” ad esso, devo essere un po’ più distaccato e quindi (a me succede cosi), cominci ad avere meno comportamenti “poco utili” o comunque sono sicuramente più brevi e meno intensi!

 

Ma la cosa che amo più ripetere (e quindi ricordarlo a me stesso) è:

 

SII FELICE!!!  

 

 

Hai mai osservato che dopo un momento di intensa felicità, magari legato al raggiungimento di un obiettivo, ad un possesso, ad una persona, insomma ad una “sollecitazione” esterna spesso ripiombi in uno stato emotivo…non bello?

 

Forse che la felicità legata a fattori esterni non è l’unica possibile?

 

Quando hai imparato a rilassarti, quindi a sprecare meno energia e a diventare più sensibile sugli altri e quindi su te stesso, e tramite questo provare a osservarti e finalmente capire come funzioni, allora devi essere felice.

 

Stai ancora pensando che quando troverai amore, cambierai città, troverai la persona amata sarai felice?

 

La felicità è un punto di partenza per un lavoro su di se, devi impegnarti ogni giorno ad essere felice indipendentemente da ciò che ti accade…

 

Impegnativo?

 

Sicuramente!!!

 

Ma esiste un’altra strada? Sicuro?


Per ulteriori approfondimenti, dubbi, o semplicemente per darmi il tuo punto di vista scrivimi a: versoilmiocentro@gmail.com

 

Fabio”



 

Io non ho più nulla da aggiungere se non ringraziare Fabio per i suoi meravigliosi spunti di miglioramento e riflessione.

 


A presto


Claudio

 


Sentiti libero di commentare questo articolo, e di condividerlo con i tuoi amici nei vari social network usando i bottoni che trovi di seguito.


Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Fabio (lunedì, 15 ottobre 2012 20:24)

    Claudio, spero che queste riflessioni possano generare una indagine e delle domande sul sito.

    Intanto parto io a farti una domanda.

    Che utilità vedi in queste mie riflessioni?

  • #2

    Claudio Gilberti (martedì, 16 ottobre 2012 12:21)

    Ciao Fabio,
    l'utilità che io ho trovato su queste tue riflessioni, riguarda il cercare di comprendere come noi funzioniamo in base alle sollecitazioni esterne, quindi per me, è uno stimolo a rimanere nel qui ed ora, a stare nel momento presente, perché la vita è in questo istante.

    Grazie, un abbraccio

  • #3

    Fabio Cutrera (sabato, 20 ottobre 2012 08:13)

    Hai trovato qualche, procedura per rimanere nel qui e ora?

  • #4

    Claudio Gilberti (lunedì, 22 ottobre 2012 10:30)

    Si una l'ho trovata, anche se praticandola non è sempre facile rimanere presenti nel qui ed ora...

  • #5

    Fabio Cutrera (martedì, 23 ottobre 2012 21:01)

    Lo condividi o la tieni tutta per te??? ;)

  • #6

    Claudio Gilberti (mercoledì, 24 ottobre 2012 12:42)

    E' la recitazione del: Sutra del Loto