Danzando con L'Universo

La scorsa settimana, esattamente nei giorni 30 settembre 1 e 2 ottobre ho partecipato ad un corso organizzato da un'azienda che fornisce prodotti per parrucchieri

 

Principalmente ho deciso di andarci in quanto era qualche tempo che non facevo aggiornamenti in quello che ad oggi è ancora mio settore principale, in secondo luogo, il titolo del corso era davvero attraente: "Lavorare non è mai stato così bello", in più così, potevo cogliere l'occasione per fare tre giorni di stacco e confrontarmi con colleghi parrucchieri.

Devo premettere che negli ultimi tre anni e mezzo ho partecipato a molti corsi di formazione, con i migliori formatori a livello nazionale, vi dico solo che in totale sono più di cinquanta le giornate formative alle quali ho partecipato, e questo ultimo non è stato certamente da meno in fatto di emozioni provate.

 

Sarà stato anche per merito della location scelta, Badia di Sasso, un magnifico borgo edificato sui luoghi di un'antica abbazia del VIII Secolo, eretta dai frati Camaldolesi.

Badia di Sasso
Badia di Sasso

Tornando al corso, devo ammettere che è stato sicuramente uno dei più “spirituali” ai quali abbia mai partecipato, tra i molti temi trattati ci sono stati la gratitudine, il fluire con l’universo, l’essere presenti nel momento, e tutto questo fatto comprendere e sperimentare non solo con la teoria ma soprattutto in maniera pratica e concreta, da Kristofer e Gabriella.

 

La mia emozione ha più volte toccato picchi altissimi durante le sessioni di lavoro, emozioni che ho deciso di condividere anche con voi, oltre ad averle condivise con il magnifico gruppo con il quale ho vissuto questa bellissima esperienza.

 

La dolcissima Gabriella, ci ha accompagnato durante la prima giornata facendoci lavorare con dei balli, facendo sì che il nostro corpo cominciasse a smuovere le prime emozioni ed energie, accompagnati da musica stupenda.

Beh io non sono proprio quel che si dice un ballerino provetto, ma ho deciso di affidarmi e lasciar andare le inibizioni, ritrovando così il piacere e il divertimento nel ballo.

 

Questo mi ha permesso, ad un certo punto, di sentirmi totalmente parte dell’universo di muovermi all’unisono e di fluire con lui, come non mi succedeva da moltissimo tempo, tanto è vero che mi hanno dovuto fermare nel mio vorticare, tanto mi sentivo in totale simbiosi con il tutto.

 

Un altro momento per me molto emozionante è stato il contatto e il lavoro con la creta, stavolta accompagnati dal carismatico Kristofer, ho lasciato che le mie mani lavorassero la materia senza pensare a nulla, ma soltanto stando lì nel presente lasciando libera la mia creatività, godendomi l’attimo e ciò che stavo facendo senza pensare a niente altro.

 

Il risultato è stato qualcosa di grandioso, non tanto per ciò che ho creato con le mie mani, ma soprattutto per ciò che in quell’opera è stato poi letto dalla mia fantastica compagna di lavoro, da non credere quel che il nostro inconscio fa uscire da noi senza che ce ne rendiamo conto, e quanto una persona fino a due giorni prima sconosciuta riesca a percepire di noi soltanto osservando un lavoro con tutti i suoi sensi aperti. Grazie Laura per esserci stata…

 

Dopo tutte queste emozioni, credevo di aver toccato il culmine di questa esperienza, invece la parte più emozionante doveva ancora arrivare, e l’ho scoperta dopo la condivisione con il gruppo al termine del lavoro svolto con la creta, quando ormai fuori era già buio.

A quel punto Kristofer, ci ha detto di raccogliere i nostri lavori, e che ci avrebbe accompagnato ad un torrente che si trova nel bosco per donarli alla natura, e così dopo averci spiegato come procedere, ci siamo incamminati al buio in fila indiana su di un sentiero.


Credimi, non si vedeva proprio nulla e le emozioni e sensazioni provate sono state uniche e magnifiche. Una volta giunti poi al torrente, Kristofer ci ha chiesto di donare le nostre “sculture” alla natura, abbiamo quindi depositato il nostro lavoro a terra in un posto a scelta.


E poi è arrivato quello che per me è stato il picco emotivo, tornati in cerchio nel buio del bosco abbiamo intonato, insieme a lui, un canto di gratitudine dei nativi d’America, a pensarci mi sale ancora un brivido per l’intensità e la forza di quei momenti.


Altre intense emozioni le ho poi provate durante tutte le condivisioni con il gruppo, ma quelle credo sia giusto evitare di condividerle e conservarle invece dove meritano di stare, nel profondo del mio cuore.


Credo ora sia giusto ringraziare tramite questo post chi ha reso possibile questa esperienza, quindi grazie a Massimiliano organizzatore dell’evento, a Rosaria che mi ha proposto il corso, grazie a Laura favolosa compagna di viaggio, grazie ai formatori Gabriella e Kristofer, e per finire un grazie particolare a tutto il gruppo capace di trasmettere una magnifica energia.


Ciao a presto


Claudio

 

 

Sentiti libero di commentare questo articolo, e di condividerlo con i tuoi amici nei vari social network usando i bottoni che trovi di seguito.


Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Lorena (lunedì, 08 ottobre 2012 15:25)

    Caspita! Che bella esperienza, una formazione così sarebbe una splendida idea x ogni categoria...mi sa di rivitalizzante!!!

    Buona continuazione!

  • #2

    lisa :) (lunedì, 08 ottobre 2012 15:55)

    :)

  • #3

    Claudio Gilberti (lunedì, 08 ottobre 2012 17:02)

    Ciao Lorena, grazie per il tuo commento!
    Hai ragione, sarebbe davvero una magnifica esperienza per di formazione per molte categorie, e come dici tu è stato davvero rivitalizzante.

    Un abbraccio

  • #4

    Claudio Gilberti (lunedì, 08 ottobre 2012 17:04)

    Ciao Lisa, grazie per il sorriso :)

  • #5

    Mary (lunedì, 08 ottobre 2012 19:17)

    ....mi hai fatto provare i brividi....e ho provato una piccola "invidia sana" perchè credo profondamente il bene che questa esperienza abbia lasciato in te.

  • #6

    Roberto (lunedì, 08 ottobre 2012 22:07)

    Grazie Claudio per averci regalato una parte delle tue piacevoli emozioni.

  • #7

    Claudio Gilberti (martedì, 09 ottobre 2012 12:46)

    Ciao Mary, grazie per il commento.
    In effetti questa esperienza è stata per me un vero toccasana.

    Un abbraccio

  • #8

    Claudio Gilberti (martedì, 09 ottobre 2012 12:49)

    Ciao Roberto, grazie a te.
    Le belle emozioni credo sia sempre giusto condividerle.

  • #9

    Monica (mercoledì, 10 ottobre 2012 17:28)

    Eh si, proprio bello, per un attimo mi è spiaciuto di aver così poco feeling con i capelli!

  • #10

    Claudio Gilberti (giovedì, 11 ottobre 2012 12:19)

    Ciao Monica, già bello si...e puoi sempre imparare a trovare il feeling con i tuoi capelli ;-)